Ingegneria dell'informazione

L’Ingegneria dell’Informazione, come molti dei suoi prodotti, viene spessa definita il sistema nervoso del sistema Paese. Ovvero è un ambito tecnologico pervasivo, strategico e trasversale a tutte le altre attività.

L’Ingegneria dell’Informazione è un settore in costante crescita di cui fanno parte mezzo milione di occupati del settore. Gli Ingegneri dell’Informazione rappresentano il 25% del totale degli ingegneri iscritti all’albo nazionali e ricoprono ruoli tecnici, dirigenziali e manageriali.  

La loro abilità di progettare e sviluppare architetture hardware-software, è indispensabile per l’innovazione, la crescita e la competitività del Paese, sia in ambito pubblico che privato.

Grazie agli Ingegneri del Informazione migliora la competitività del Paese, perché:

  • hanno un ruolo centrale per la crescita e lo sviluppo, sia in ambito pubblico che privato;
  • favoriscono l’innovazione, la sicurezza e il progresso;
  • hanno un ruolo strategico per l’attrazione degli investimenti esteri;
  • conferiscono efficienza a tutto vantaggio dell'economia dell'occupazione e della crescita;
  • detengono le competenze indispensabili per l'attuazione dell'Agenda Digitale del Paese;
  • hanno la responsabilità di far comprendere il valore e le potenzialità dell'innovazione tecnologica, parametro indispensabile per la competitività del Paese.